Yoga Integrale - CARIELLO STEFANO

Yoga Integrale

Yoga Integrale

Purna Yoga

La nascita del concetto di sintesi delle sapienze yogiche e dello stesso termine Purna Yoga (Yoga Integrale) si deve al filosofo e mistico indiano Sri Aurobindo (1872 -1950 d.C. ), considerato dai suoi discepoli un avatar, un’incarnazione dell’Assoluto. Poeta, scrittore e maestro di yoga, si distinse anche per il suo impegno politico in favore dell’indipendenza dell’India.

Per Aurobindo il pensiero Indiano e gli insegnamenti, anche di pratica, che da millenni ha elaborato, possono diventare una risorsa per il progresso spirituale dell’intera umanità. Con questo fine Egli si assunse l’onere di realizzare una sintesi oculata dei diversi insegnamenti dello yoga, e inoltre di proporre l’essenza dell’insegnamento in un linguaggio comprensibile all’umanità attuale.

In accordo al testo “La Sintesi dello Yoga” di Sri Aurobindo, lo Yoga Integrale si basa sull’armonizzazione di diversi rami o stili di yoga che precedentemente erano separati e disarticolati:

  • Hatha Yoga – lo yoga del controllo psico-fisiologico;
  • Bhakti Yoga – lo yoga dell’amore devozionale;
  • Laya Yoga – lo yoga del dissolvimento attraverso il suono;
  • Shakti Yoga – lo yoga della fusione alle forze della natura;
  • Mantra Yoga – lo yoga della recitazione delle formule mantriche
  • Yantra Yoga – lo yoga che utilizza figure geometriche.
  • Raja Yoga – lo yoga del controllo dei processi mentali;
  • Jnana Yoga – lo yoga che si applica allo studio dei testi gnostici;
  • Karma Yoga – lo yoga dell’azione disinteressata;
  • Kundalini Yoga – lo yoga che si incentra sul risveglio dell’energia che giace sopita alla base della colonna vertebrale;
  • Tantra Yoga  la disciplina utile per entrare in rapporto con la Shakti, la Madre.

Anche se queste forme di yoga sono distinte le une dalle altre, non possono mai essere separate, tutte le tecniche yoga tendono a fondersi ed integrarsi vicendevolmente.

Ogni insegnante yoga elabora le tecniche che insegna nelle quali sono saggiamente distribuiti elementi attinti nei vari sistemi yoga.

Per Aurobindo,  l’uomo è chiamato a  realizzare la comunione con la divina potenza che agisce nel cosmo, la shakti (dal sanscrito “potenza, forza“), attraverso una trasformazione della coscienza indotta dallo yoga integrale, che, a differenza dello yoga tradizionale, cerca di integrare il divino anche nella quotidianità e nella vita materiale.

E segue dicendo:  “I diversi sistemi di yoga non hanno quindi altro compito che di selezionare o accelerare ciò che la grande Madre già compie nel suo immenso sforzo ascensionale su larga scala, ma senza ordine, e con profusione di materiali e di energie, attraverso un’infinita varietà di combinazioni”

Quindi lo yoga produce o velocizza quel processo evolutivo già presente nella natura: “l’uomo così come lo conosciamo noi oggi è solo una fase di passaggio. L’evoluzione prodotta dallo yoga condurrà a una nuova tappa di completa spiritualizzazione dell’uomo e di tutta la realtà.”

Gli incontri settimanali di Yoga Integrale

Per informazioni e prenotazioni compilate il modulo sottostante…







Accetto le condizioni di utilizzo del sito e l’informativa sul trattamento dei dati personali.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
WhatsApp chat