Gli studi sulla radioestesia - CARIELLO STEFANO

Gli studi sulla radioestesia

Gli studi sulla radioestesia

In uno studio scientifico condotto tra il1987 e il 1988 da Hans-Dieter Betz e altri scienziati, 500 radioestesisti furono inizialmente testati per le loro “capacità” al fine di scegliere i migliori 43 tra essi. Questi 43 furono sottoposti a ulteriori test, in particolare al primo piano di un granaio fu pompata dell’acqua attraverso delle condutture. Tali condutture erano poste in senso perpendicolare al pavimento. Al piano superiore dell’edificio, a ogni radioestesista fu chiesto di individuare la posizione della condotta. Nei due anni, i 43 radioestesisti affrontarono questo test 843 volte. Dei 43 selezionati, 37 non mostrarono alcuna dote da radioestesista. I risultati dei rimanenti 6 si dissero fossero migliori di quelli attribuibili alla casualità portando alla conclusione che, per particolari compiti, taluni radioestesisti mostrerebbero un’alta percentuale di successi non spiegabili con il ricorso al concetto di casualità.
Cinque anni dopo la pubblicazione di questi studi, lo scienziato Jim T. Enright affermò che tali risultati erano in linea con le fluttuazioni statistiche e che quindi non dimostravano alcuna reale abilità.Gli autori dello studio replicarono a Enright che tuttavia rimase della propria opinione, replicando ulteriormente.
Uno studio più recente (2004) è stato svolto a Kassel, in Germania, sotto la direzione del Gesellschaft zur Wissenschaftlichen Untersuchung von Parawissenschaften(GWUP, Società per l’investigazione scientifica sulle pseudoscienze). In tre giorni, trenta radioestesisti furono testati su condotte d’acqua poste 50 cm sotto il terreno. Ogni condotta era segnalata da una striscia colorata, e il radioestesista doveva dire se nella condotta scorresse acqua o meno. A tutti fu chiesto di sottoscrivere una dichiarazione in cui si dicevano concordi nel ritenere che la prova fosse corretta ai fini della valutazione delle loro abilità e che le aspettative di successo erano del 100%. Tuttavia i risultati non furono diversi da quelli ottenibili statisticamente dal caso.
Alcuni ricercatori hanno provato a indagare possibili spiegazioni fisiche o geologiche della radioestesia; fra questi, dei geologi sovietici.Altri autori hanno provato a suggerire che la spiegazione sarebbe in una postulata sensibilità umana ai piccoli cambiamenti dei campi magnetici.

ORIGINI E PRINCIPI
UTILIZZI DELLA RADIESTESIA

La radioestesia è la possibilità di ottenere risposte e quindi di poter scegliere cosa è meglio per noi, al di là delle opinioni altrui.

A Parigi esiste la cattedra specifica di radiestesia medica. Sono molti i medici che applicano questa disciplina con serietà ed efficienza.

Tecnico Radiestesia: Stefano Cariello

Primo incontro di conoscenza gratuito

(Durata 30min)

Successive consulenze: costo 25€

2520

Clienti felici

100

Creativita

10

Anni di esperienza

Per maggiori informazioni potete contattarci, scrivere, oppure venirci a trovare in segreteria dal lunedì a venerdì dalle 11:00 alle 16:00 previa appuntamento telefonico, saremo lieti di rispondere ad ogni vostra domanda e chiarimento.

Attività professionale svolta ai sensi della Legge4/2013

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
WhatsApp chat