Filosofia - CARIELLO STEFANO

Filosofia

Ritornare allo Stato di salute, potrebbe significare ritornare al proprio Stato naturale d’essere,
riconnettersi a come vivevamo prima dell’adattamento a stili di vita che non rispecchiano chi veramente siamo.
E’ un delicato equilibrio che richiede un approccio sistematico, una partecipazione attiva
ed una presa di conoscenza da parte dell’assistito stesso.

Avendo la possibilità di apprendere da più discipline Bio-naturali, la persona impara a riappropriarsi degli strumenti più consoni a essa stessa, per auto-aiutarsi a mantenere il proprio equilibrio su più piani.

Il corpo ha il potere innato di ristabilire quella condizione di normale benessere nota come salute, purché siano messi in atto i metodi giusti per darli la possibilità di farlo. Capire quali siano i modi giusti è il risultato della sinergia tra la persona e l’operatore del benessere, una volta compresi gli approcci richiesti, il percorso verso il benessere diventa autonomo e autosufficiente.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 1976 definì la medicina tradizionale “la summa di tutte le conoscenze teoriche e pratiche, spiegabili o no, utilizzate per diagnosi, prevenzione e soppressione dei malanni fisici, mentali o sociali; basate esclusivamente sull’esperienza e sulle osservazioni trasmesse verbalmente o per iscritto da una generazione all’altra”.
Inoltre l’OMS ha valorizzato i sistemi tradizionali di medicina e ne ha incoraggiato l’adozione nel suo piano globale “Salute per tutti entro l’anno 2000”.
Questa decisione è scaturita dalla considerazione che la medicina moderna è troppo costosa, ricca di effetti indesiderati, ed estranea al contesto socio-culturale di molte nazioni, per permettere da sola il raggiungimento di un obbiettivo così ambizioso.

La medicina contemporanea, nella sua corsa verso il continuo raffinamento delle tecnologie, sta smarrendo la sua identità e somiglia sempre di più ad un grande albero le cui ramificazioni si estendono a dismisura, ma al quale sono state tagliate le radici.

L’intento del progetto Ygea è quello recuperare le radici di questo albero, di riportare a conoscenza e possibile fruizione gli approcci tradizionali alla salute delle varie aree del mondo
Area Mediterranea (MTM), Area Nord Europea (Naturopatia)
Area Indiana (Ayurveda), Area Cinese (MTC)
Area Tibetana (MTT), Area Sud Americana (MTA)

In un possibile confronto con gli approcci moderni alla salute quali:
Floriterapia, Counseling
Nutrizione, Omeopatia
Omotossicologia, Allopatia
Medicina di Regolazione Fisiologica.
Per mostrare che non esiste conflitto tra i vari sistemi, e che l’integrazione e l’interrelazione vicendevole non può che arricchire la qualità della vita locale andando a costituire una “Medicina del Futuro” frutto della progressiva sintesi dei punti di vista di ognuna.

Ben venga quindi quest’incontro tra antico e moderno!
Affinché le generazioni future godano di un mondo migliore, nel quale sia ritrovato il senso umano della salute perfetta.

YGEA: l'intelligenza della Terra

L’uomo come le piante gli animali e minerali , trova il suo adattamento immerso nel mare immenso della “complessità”: dal caos e l’apparente caso delle relazioni, si arriva a condizioni che determinanomaggior ordine e semplicità: una sorta di “Caos deterministico” e “Creativo”, che muove attraverso fluttuazioni in nuovi schemi di ordine e organizzazione per il perpetuarsi della Vita sul Pianeta Terra.
Quello che ha luogo tra l’organismo e il pianeta è un vero e proprio colloquio, la terra, detta GEA dalle civiltà pagane, è un immenso costrutto che ascolta quel che ha da dire la vita, suo ospite, e fa del suo meglio per esaudirla. Gli esseri viventi, come sistemi aperti, dinamici e “dissipativi” nel senso che hanno un’evoluzione temporale irreversibile, sono aperti all’ambiente e lontani dalla condizione di equilibrio, tendono per necessità di mantenimento energetico ad aumentare i loro livelli di ordineSe non dissipa, il sistema si spenge nel disfacimento entropicoChi fornisce l’energia necessaria ai sistemi dissipativi è ilSole, i Pianeti insieme al Cosmo, e prima tra tutte la Forza di Gravità, che con la sua accelerazione terrestre di 980 cm/sec contrae le masse,favorendo in tal modo l’emissione di energia radiante. Essa rappresenta il fattore di unificazione di gran lunga più importante per il mantenimento dell’ordine dei sistemi viventi, con il quale confronto si determina un processo di adattamento continuo della nostra postura eretta e della nostra deambulazione.

2520

Clienti felici

100

Creativita

10

Anni di esperienza

Per maggiori informazioni potete contattarci, scrivere, oppure venirci a trovare in segreteria dal lunedì a venerdì dalle 11:00 alle 16:00 previa appuntamento telefonico, saremo lieti di rispondere ad ogni vostra domanda e chiarimento.

Attività professionale svolta ai sensi della Legge4/2013

Filosofia

Per qualsiasi chiarimento compilate il modulo sottostante…







Accetto le condizioni di utilizzo del sito e l’informativa sul trattamento dei dati personali.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
WhatsApp chat